Non compensabili con Inps e Inail i crediti d’imposta per bonus edilizi

2

Un emendamento presentato in sede di conversione in legge del D.L. 39/2024 prevede per banche e intermediari finanziari il divieto di compensazione dei crediti d'imposta derivanti dai bonus edilizi con i debiti di cui all'art. 17, c. 2, lett. e), f) e g) D.Lgs. 241/1997.

I debiti citati sono quelli relativi ai contributi previdenziali dovuti da titolari di posizione assicurativa in una delle gestioni amministrate da enti previdenziali, comprese le quote associative, ai contributi previdenziali e assistenziali dovuti dai datori di lavoro e dai committenti di prestazioni di collaborazione coordinata e continuativa e ai premi per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

Il divieto di compensazione sarà applicabile dal 1.01.2025.

Italia Oggi