Reato di autoriciclaggio

scott-graham-5fNmWej4tAA-unsplash

Con sentenza n. 1309/2024 la Cassazione ha chiarito che il reato di autoriciclaggio scatta anche per le condotte aventi a oggetto proventi di delitti commessi prima della sua entrata in vigore, non essendo invocabile il principio di irrevocabilità della legge penale per il solo fatto che il reato presupposto, nel caso di specie frode fiscale, è stato realizzato in epoca anche di gran lunga antecedente all'introduzione dell'art. 648-ter.1 c.p.

Inoltre, la Suprema corte ha chiarito che le somme autoriciclate possono essere autonomamente confiscate, cumulandosi all'ablazione del provento del delitto tributario presupposto; si tratta, infatti, di denaro, beni ed altre utilità che costituiscono oggetto di un reato differente rispetto a quello da cui originariamente provengono.

Italia Oggi